Visite: 208

PER NON DIMENTICARE


Come ogni anno il 27 gennaio si rinnova l’impegno di tutte le classi del nostro Istituto di ricordare la più triste pagina della storia dell’uomo perché non si ripeta mai più.

 

Tutti gli alunni hanno riflettuto sull’importanza di strappare dai cuori i semi dell’odio razziale e della cieca violenza che hanno causato lo sterminio del popolo ebraico e che serpeggiano sotto forme diverse ancora oggi.


Non solo per ricordare, allora, ma anche per contrastare ogni forma di disprezzo della vita e affermare il valore supremo della fraternità fra i popoli.


Fra tutte le attività realizzate dai docenti con i loro alunni, che spaziano dalle tristi e semplici immagini della scuola dell'infanzia, alle numerose letture e ai testi prodotti nella scuola primaria, particolarmente emozionanti sono state le riflessioni scritte su biglietti di forme diverse che i ragazzi della scuola secondaria hanno appeso alla rete costruita nel foyer del teatro Lumière, dove hanno partecipato con interesse e commozione allo spettacolo "Shoah frammenti di una ballata".

 

Struggente è stato anche il brano “Jewish dance”, tradizionale klezmer ebraico, eseguito dagli studenti della classe di violino del nostro Istituto.

 

Tanto grande è il rischio di dimenticare, che occorrerebbe un anniversario di Auschwitz al giorno!

 

(Elisa Springer) .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna su